Contatore visite


Visite oggi:0
Visite ieri:17
Visite questo mese:537
Visite mese scorso:764
Visite quest'anno:4291
Visite anno precedente:4748
Visite totali:24897
Max.visite al giorno:121
Giorno con più visite:12-11-2012
Max.visite al mese:967
Click oggi:0
Click ieri:60
Click questo mese:1747
Click totali:87906
Bots oggi:0
Online da:01-2009

Utenti on-line

 1 visitatore online

Orvieto

Orvieto1.jpg

News Meteo

Il meteo giornale di http://www.3bmeteo.com
Segui gli ultimi aggiornamento meteo in Italia e estero.
Il meteo giornale di http://www.3bmeteo.com
Weather Underground PWS IUMBRIAO2

PROPAGAZIONE DELLE ONDE RADIO

 

 
 
Monitor by F5LEN Pascal Grandjean, Messein, Francia
 

 

PropagationStats

 

PropagationStats  prende i dati dalla stessa fonte da cui sono prelevati dal WWV Radio Propagation Trasmission.

Questi dati provengono dal US National Institute of Standards and Technology stazione radio WWV in Ft. Collins, Colorado,  18 minuti dopo ogni ora sulle frequenze HF di 2,5, 5, 10, 15, e 20 MHz e trasmesse a circa 45 minuti di ogni ora su Radio WWVH stazione alle Hawaii sul 2,5, 5, 10, 15, e 20 MHz.

Le informazioni di blackout radio, disposte su due righe sono:


     * La linea superiore presenta le condizioni previste di blackout radio
     * La linea inferiore presenta
le condizioni previste di blackout radio delle ultime 24 ore.


Il Radio blackout è definito su una scala da R1 a R5 come segue:

Radio Blackouts

Descriptor
R5 Extreme
R4 Severe
R3 Strong
R2 Moderate
R1 Minor

Il Flusso solare (SFI) è una misura della intensità delle emissioni radio solari con una lunghezza d'onda di 10,7 centimetri (una frequenza di circa 2800 MHz). La trasmissione è in unità di valore del flusso solare che va da un minimo teorico di circa 50 a valori più grandi di 300.

La A e gli indici K sono una misura del comportamento del campo magnetico all'interno e intorno alla terra. L'indice K utilizza una scala da 0 a 9 per misurare la variazione della componente orizzontale del campo geomagnetico.

 

 

 

 MAPPA MUF, Maximum Usable Frequencie

 

 


 

La mappa MUF, Maximum Usable Frequencies (le più alte frequenze utilizzabili) mostra i percorsi di segnali radio da 3.000 km, l'ubicazione corrente degli ovali delle aurore boreali/australi, dove terminano alba e tramonto, e le regioni del mondo dove il Sole è 12 gradi sotto l'orizzonte (crepuscolo nautico) che indica il corridoio "GrayLine" evidenziato in grigio in cui la proagazione in HF è migliore.

 

 

Linee di contorno rosse appariranno sovrapposte sulla mappa MUF nelle zone illuminate dal Sole se in presenza di livelli
di portata dei raggi X capaci di produrre fadeouts (dissolvenza) delle onde corte. Quando ciò accade, le linee di contorno rosse
rappresentano la frequenza più alta (in MHz) che può essere assorbita dai raggi X dei forti brillamenti solari. Questi dati vengono usati insieme alle Mappe dell'Assorbimento X in HF  5 - 10 - 15 - 20 - 25 - 30 MHz (da 60 a 10 metri) per determinare le frequenze e i percorsi più opportuni per evitare l'assorbimento durante i forti brillamenti solari X.

Linee celesti: Il MUF per ogni percorso di 3.000 km può essere determinato trovando il punto centrale (o punto di mezza via) del percorso
ed esaminando il MUF di quel punto centrale sulla mappa. Tutti i contorni sono dati in MHz.  Per i percorsi di 4.000 km, si moltiplicano i 
valori di MUF x 1,1 ottenendo così il MUF dei 4.000 km nell punto centrale del percorso desiderato. Per lunghezze di percorso
più lunghe, si divide il percorso in segmenti uguali di 3.000 o 4.000 km e si alcola il MUF che corrisponde ai due punti centrali che sono
1.500 o 2.000 km da ogni fine del percorso, prendendo poi il più basso di questi due MUF.

Linee verdi: La mappa mostra le zone-radio soggette ad aurore boreali/australi vicino ai poli. L'area all'interno delle
linee verdi è la zona aurorale. Passando attraverso queste zone i segnali radio subiranno una forte degradazione da assorbimento.

Simbolo giallo del sole vicino all'equatore indica dove il Sole è allo zenith in quel momento.

Linee grigie: La prima (più vicina al sole) delinea le regioni del mondo dove il Sole sta sorgendo o tramontando. La seconda linea grigia definisce le regioni del mondo dove il Sole è precisamente 12 gradi sotto l'orizzonte.
Questa linea definisce la fine del crepuscolo nautico. Al di là c'è la notte.
L'area tra le due linee grigie (ombreggiata tra il settore giorno e il settore notte) è nota come finestra GrayLine
e ha un significato speciale per i radioamatori in quanto i segnali che viaggiano in questa regione spesso sono soggetti a
miglioramenti significativi in termini di propagazione a causa della perdita della ionizzazione nello strato D (da 40 fino a 90 km d'altezza,
attivo attorno alle ore centrali del giorno) in conseguenza al sorgere e al tramontare del Sole. I segnali con frequenze più alte
sono capaci di coprire grandi distanze con attenuazione minore quando sono all'interno della GrayLine, perché le più alte
regioni F (oltre i 130 km d'altezza) della ionosfera rimangono fortemente ionizzate per periodi di tempo più lunghi.

 

 

PREVISIONE DI ASSORBIMENTO DELLE HF NELLO STRATO D della IONOSFERA

 

http://www.swpc.noaa.gov/drap/index.html